Psicologia – Psicoterapia

Nella terapia sistemico relazionale lo studio del singolo elemento è marginale, mentre diventa centrale l’analisi del sistema. In una catena di comunicazione è difficile stabilire cosa avviene prima e cosa dopo. Il tradizionale concetto di causalità di tipo di tipo lineare viene sostituito dal principio di causalità circolare: il comportamento del membro A influenza il comportamento di B e il comportamento di tutti gli altri membri, ma a sua volta il comportamento di B influenza quello di A e di tutti gli altri membri. In una sequenza circolare diviene arbitrario fissare un punto di origine (basta pensare alle liti e all’impossibilità di decidere chi è stato a cominciare).

Per la terapia sistemico relazionale la patologia del singolo è espressione di un disagio dell’intero sistema familiare: il soggetto portatore del disturbo è il “paziente designato”, il membro del sistema – famiglia che esprime, segnala e si fa carico del cattivo funzionamento del sistema, accentrando su di sé tutte le preoccupazioni. Dal momento che la patologia è funzionale ai giochi del sistema, questo si opporrà, in modo mascherato, alla rimozione di tale disturbo.

Il lavoro terapeutico in realtà può essere svolto anche alla presenza di un unico paziente.
 L’individuo è pur sempre un sistema, dotato di caratteristiche strutturali ed organizzative, leggibili con un paradigma sistemico.

Data la possibilità di operare utilizzando varie forme di psicoterapia (individuale, di coppia e familiare), il terapeuta valuta di volta in volta la scelta più idonea per ogni paziente.

La psicoterapia sistemico relazionale, attraverso l’utilizzo di compiti da attuare sia nelle sedute che a casa, si articola intorno alle problematiche dei ruoli, della gerarchia, delle alleanze e della qualità della comunicazione all’interno del sistema.

Per appuntamento 0331 795180

  I NOSTRI MEDICI

  ORARI

Lunedì – Venerdì 9:00 – 19:00

  +39 0331 795180

  SEDE